sticker

Scrivere per poter creare, per poter parlare

A CURA DI

Martina Ruggieri, Erika Z. Galli

WORKSHOP

WRITE - RE – WRITE (ROMA)

Il workshop Write-Re-Write di due giorni che si tiene in NABA a Roma ha come docenti le fondatrici del collettivo di ricerca dedito alle arti performative e visive: industria indipendente. 

Loro sono Martina Ruggeri e Erika Z. Galli. Il workshop ragiona su come fornire degli strumenti legati alla scrittura e all’interpretazione che possano permettere a chi lo frequenta di lavorare con diversi approcci alla forma della scrittura – e alla riscrittura in particolar modo. 

All’inizio del workshop si è partiti da manifesti storici, da scritture personali e che sono tratte connesse al suono e alle immagini attraverso una serie di dispositivi. All’inizio del workshop si è partiti dalla scrittura di un proprio sogno e nel secondo giorno invece le docenti hanno incaricato i partecipanti a mettere a punto un loro personale manifesto. 

La scrittura dei manifesti sta portando loro a lavorare in gruppo, si è partiti dalla lavorazione sul singolo per poi passare ai lavori in gruppi da tre o quattro persone. 

Oltre alla scrittura pratica su carta e computer c’è anche una scrittura verbale e collettiva che si sta generando all’interno dei gruppi. La comunicazione viene messa al primo posto dalle docenti, parlare ed esprimere la propria opinione riesce a mandare avanti il lavoro in un modo tale che non ci siano intoppi o discordanze troppo forti. 

Secondo le docenti esiste un punto d’incontro tra l’insegnamento in accademia e la vita professionale di industria indipendente, una cornice, soprattutto per quanto riguarda la modalità in cui lavorano – industria indipendente lavora sulla scrittura in generale, la scrittura Tout Court, una scrittura sonora, che avviene sulla scena (a teatro), e su altri tipi di scrittura che vengono proposti- stanno cercando sia di fornire alle persone che partecipano al corso degli strumenti per partecipare attivamente, sia di trasmettere le loro esperienze e pratiche artistiche. 

Chiara Battaglia