Antonio Neroni

How to create a bijoux?

Partire dalle immagini per ottenere delle basi su cui poi costruire gli accessori. 

In questo workshop si impara la tecnica del fotografare un elemento per poi digitalizzarlo, creando un bijoux. Questo laboratorio alterna fasi di elaborazioni manuali a fasi di elaborazioni grafiche tramite luso di Photoshop per creare prototipi digitali. L’obiettivo finale è la creazione di una collezione composta da cinque pezzi, di cui uno da realizzare concretamente. 

Alberto Rizzi

Quali sono le cornici del suo lavoro? 

vortice rosso
Antonio Neroni

Il mio lavoro è definito dalle influenze del mondo esterno, un connubio tra la mente e ciò che accade al di fuori. L’ispirazione deriva da questa interazione, rendendo le cornici del mio lavoro aperte e fluide. Questo workshop non tratta solo la moda poiché, dopo unapprofondita ricerca, i campi vengono ampliati, creando qualcosa di nuovo. Dobbiamo cercare linnovazione, non solo lestetica. 

vortice viola
Alberto Rizzi

Quale film ha ispirato questo laboratorio?

vortice rosso
Antonio Neroni

Madre! di Aronofsky è il film che meglio rappresenta la concezione del workshop. 

Questo lungometraggio, intriso di simboli e livelli di lettura, offre interessanti spunti poiché riflette il processo attraverso il quale l’essere umano si plasma ed evolve. 

Allo stesso modo in questo laboratorio vediamo la trasformazione delle materie prime in nuovi prodotti dopo le elaborazioni manuali e grafiche. 

vortice viola
Alberto Rizzi

E una canzone?

vortice rosso
Antonio Neroni

Kerosene dei Crystal Castles è la traccia dove meglio si riesce a comprendere la connessione con questo laboratorio. In questa canzone si passa da toni inizialmente leggeri, per una serie di crescendo che portano a note sempre più pesanti, quasi noise, verso la chiusura. 

vortice viola