sticker

Give me a second chance

A CURA DI

Alessandra Modarelli

WORKSHOP

FROM WASTE WITH LOVE

Profumo di scorze di arance, plastiche che svolazzano e tappi che cadono dai tavoli, questi sono solo alcuni degli ingredienti che si notano appena si entra in aula. La docente e artista Alessandra Modarelli trascina i ragazzi in una nuova esperienza: riportare in vita materiali di scarto per creare vestiti, borse e accessori. Nell’aula di questo workshop avviene la magia: dischi di cotone diventano maglioni, confezioni di chupa chupa si mutano in borse e reti e buste della frutta si trasformano in balaclava. La collaborazione della docente è stata fondamentale per la ricerca dei materiali, ma anche per concepire e portare a termine al meglio il loro progetto e per ricevere consigli su come un oggetto possa essere trasformato più volte. La storia dell’arte sicuramente ha contribuito alla preparazione teorica di questo laboratorio: se Marcel Duchamp fosse ancora in vita sarebbe orgoglioso di vedere la sua tecnica del ready made ancora in utilizzo e soprattutto riadattata a questo contesto; René Magritte insegna con la sua arte che è possibile osservare gli oggetti da diversi punti di vista, come in Ceci ñ’est pas une pipe, dove una pipa non è una semplice pipa e un sacchetto non è un solo un sacchetto. In questo workshop gli studenti, collaborando tra loro, escono dalla propria comfort zone per cimentarsi in qualcosa di nuovo e inaspettato: sfruttando le qualità degli altri dipartimenti con le capacità sartoriali di fashion, le composizioni creative di graphic e la conoscenza dei materiali di arti visive generano rinnovati oggetti quotidiani. Per concludere al meglio questa attività, la docente ha proposto di preparare un set fotografico: gli scatti saranno successivamente stampati e messi a disposizione degli studenti di Naba.  

Sara Cicciarella