A journey through images and sound: deconstructing to reconstruct

Workshop a cura di Tania Feghali

Suoni, melodie, ricordi sono gli elementi principali del workshop formativo a cura della filmmaker Tania Feghali. Attività esperienziali e introspettive coinvolgono gli studenti, chiamati a presentare la canzone che più è legata a un ricordo significativo della loro vita.

I partecipanti sono invitati a presentare una canzone significativa per loro, non solo raccontando la vicenda a essa legata, ma anche svelando i propri sentimenti e aprendosi in un ambiente intimo, confidenziale. La connessione empatica originatasi non comprende solo lo studente e la docente ma si estende a tutti i presenti, i quali cercano di immedesimarsi nelle emozioni altrui ed esprimono le proprie suggestioni relative alla canzone. Lavorando sulla sua decostruzione, e dunque concentrandosi sulla separazione dei singoli elementi che la compongono, è possibile associare a ciascuno di essi un colore, una luce, una stagioni, un’atmosfera. Strumento essenziale, necessario per questo workshop, è l’immaginazione, grazie alla quale ideare possibili scenografie, set, ambientazioni iper dettagliate.

Interessante, inoltre, risulta l’utilizzo della melodia per delineare un personaggio, al quale bisogna attribuire un carattere, descrivere l’epoca in cui si trova, ipotizzare persino cosa stia facendo in quel preciso frangente.

Seppur la melodia risulti uguale all’ascolto di tutti, la sensibilità di ciascuno detta uno scenario diverso a seconda di ricordi vissuti ed emozioni provate.

Il workshop pone l’accento sull’aspetto più intimo della persona, rivelando effettivamente quali sono le note che compongono l’animo di ciascuno.
Matteo Rosario Cundari