È evidente a molti che il cartaceo sia oggi molto meno utilizzato rispetto agli al passato, ma la fanzine rimane un oggetto di nicchia ancora molto apprezzato e con un suo mercato. Per questo motivo, nel workshop tenuto da Antonio Moscogiuri, i partecipanti hanno lavorato alla creazione di una loro fanzine. Il tempo a disposizione non era moltissimo e gli studenti hanno dovuto scartare tematiche troppo ambiziose o filosofiche. Uno dei più riusciti? Cafe zine, progetto che una studentessa di origini brasiliane ha dedicato a uno dei prodotti che più legano il Belpaese al Sudamerica: il caffè. Ecco raccolti nella sua pubblicazione i luoghi dove si lavora e si produce il caffè a Milano: a sfogliarne le pagine, tra un’immagine, una foto, la testimonianza di chi ci lavora, si riesce quasi a sentire tutto l’aroma dei chicchi tostati!  

Lorenzo Baio e Silvia Brigoli