MARCO DONNARUMMA – “7 configurations”

Che significato ha per te il corpo?

Corpo significa molte cose, è più una nozione che un oggetto: ad esempio c’è il corpo umano, quello delle macchine, i corpi animali e così via. Per dare una definizione univoca si potrebbe dire che è un assemblaggio di elementi diversi che si fondono in una particolare specificità, che a sua volta dipende dal contesto, dalla storia e da tanti altri fattori diversi.

Chi sono i tuoi maestri?

Sicuramente Stelarc, che ha lavorato molto con la tecnologia e ha proposto l’idea del “corpo obsoleto”, inteso come un corpo che si può scolpire e ridisegnare per farne altro. Un’ispirazione più contemporanea è senz’altro Olivier de Sagazan, performer eccezionale che è molto distante dall’utilizzo della tecnologia, usa pittura ed argilla e mi piace proprio perché è un importante punto di riferimento la presenza e la capacità di saper comunicare attraverso il corpo.

Che consiglio daresti a un giovane che si avvicina al mondo della performance art e delle nuove tecnologie dell’arte?

Senz’altro conta molto il fatto di essere aperti alla transdisciplinarietà, andando oltre l’idea che occorrono determinati mezzi per realizzare certe cose. Poi conta molto la sperimentazione, ovvero non sentirsi obbligati a dover creare un prodotto finito che funzioni sempre, la cosa più importante è costruirsi uno spazio mentale e fisico per poter sperimentare senza limiti: bisogna fare uno sforzo attivo, crearsi degli spazi liberi. In termini di carriera è fondamentale la perseveranza, e cioè proseguire per la propria strada e insistere sempre e comunque.

Che cosa significa oggi identità?

L’identità è qualcosa che si costruisce e che non raggiunge mai una condizione statica. Credo che un individuo sia sempre in discussione con la propria identità anche se spesso di fatica ad ammetterlo. Oggi l’identità di una persona singola è influenzata in maniera anche drastica da elementi esterni, come ad esempio gli altri individui e la tecnologia, che in fin dei conti è anch’essa un costrutto dell’essere umano.

Pierpaolo Riontino

Articolo creato 19

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto